Cause e sintomi della cistite nelle donne

Pubblicato il 18/09/2018

sintomi della cistite

Cistite ed infezioni alle vie urinarie

La cistite consiste in un'infiammazione della parete vescicale frequentemente causata da un'infezione della vescica, di cui sono responsabili taluni batteri. Nell'85% dei casi il batterio principale è l'Escherichia coli, che ha origine nell'intestino. Esistono altri microrganismi intestinali o provenienti dall'area genitale esterna che contribuiscono all'insorgere di patologie del tratto urinario, la loro identificazione dipende da un'analisi di urinocoltura, fondamentale sia per la diagnosi che per l'impiego di un trattamento adeguato, soprattutto in caso di cistiti ricorrenti.

Quali sono i principali sintomi di una cistite? Sicuramente il bisogno continuo ed impellente di urinare, la difficoltà nella minzione, un forte bruciore soprattutto al termine dell'evacuazione, dolore sovrapubico unito ad una sensazione di non essere riusciti a svuotare completamente la vescica e, in alcuni casi, la presenza di perdite di sangue insieme all'urina.

La cistite è donna?

Le donne risultano essere maggiormente soggette alla contrazione di infezioni alle vie urinarie rispetto agli uomini. La causa principale risiede nella differente conformazione anatomica: la brevità dell'uretra femminile, infatti, e la vicinanza della vagina rispetto al retto fanno sì che vi sia un rischio maggiore di contaminazione batterica. Per questo i batteri che sono normalmente presenti nell'intestino possono risalire il condotto urinario e raggiungere la vescica. Inoltre, la colonizzazione di questi microrganismi può essere favorita proprio dalle normali secrezioni vaginali.

La vagina è caratterizzata dalla presenza della cosiddetta flora vaginale, un insieme di microrganismi, i lactobacilli, che ostacolano la proliferazione di batteri nocivi. L'habitat vaginale si evolve e si modifica a seconda dell'età di una donna: dalla pubertà alla menopausa. La capacità delle cellule della vagina di impedire che dei batteri nocivi aderiscano alle pareti vaginali varia a seconda delle variazioni degli ormoni stessi: sembra infatti che questa sia più forte durante i primi giorni del ciclo mestruale e più debole nei giorni dell'ovulazione. È dimostrato inoltre che questa stessa capacità diminuisca durante le prime fasi della gravidanza e dopo i 65 anni d'età, questo spiegherebbe perché nelle donne le cistiti si presentino ad intervalli piuttosto regolari.

Una corretta prevenzione è fondamentale, per questo è bene curare la propria igiene intima, la propria biancheria, l'alimentazione e la propria flora vaginale. Eseguire una diagnosi tempestiva ed efficace è essenziale per adottare la terapia più adeguata. Scopri di più nell'articolo di Angelini.

Controlla la tua salute intima con i nostri self test ad uso domestico, IVU Test, e professionale, il BV Test PRO. Vai su www.primahometest.com e scopri i nostri prodotti.

TAGS:#PRIMA4women #cistite #vescica #donna #infezione #vie #urinarie #salute #intima #prevenzione