Le fibre alimentari: cosa sono
e perché ci fanno bene

Pubblicato il 06/09/2018

fibre alimentari e dieta

Le fibre alimentari cosa sono

Si definiscono fibre alimentari dei polisaccaridi vegetali non disponibili, cioè che l'organismo umano non è in grado di digerire e, tantomeno, di assimilare. Queste sono contenute in maggioranza nella parte dura e filamentosa dell'alimento vegetale, oltre che nei legumi, nella frutta (sia fresca che secca), nei cereali e negli ortaggi. Queste fibre sono fondamentali per il nostro benessere: ad esempio aumentano il senso di sazietà e regolarizzano l'attività intestinale.

Le fibre alimentari possono essere di due tipi: solubili e insolubili. Generalmente gli alimenti presentano entrambe queste tipologie con prevalenza di una o dell'altra, taluni prevedono un unico tipo di fibra. Le fibre alimentari solubili sono unite all'acqua, generando una massa dalla consistenza gelatinosa, per questo motivo hanno un grande effetto saziante: queste infatti distendono le pareti dello stomaco, che trasmette al cervello una sensazione di sazietà. Queste sono inoltre in grado di ridurre l'assorbimento da parte dell'intestino dei prodotti digestivi che vengono così parzialmente sottratti all'organismo. Le fibre solubili sono presenti perlopiù in legumi e frutta secca, alleato perfetto in caso di diete dimagranti, diabete e malattie cardiovascolari.

Le fibre alimentari insolubili, invece, si caratterizzano per la loro capacità d riuscire ad inglobare molta acqua, aumentando così il volume ed il peso delle feci, oltre che accelerare il transito intestinale. Per questo sono ideali da assumere per contrastare la stipsi ed i problemi a colon ed intestino. Questo genere di fibra è contenuto soprattutto negli ortaggi, nei cereali integrali e nella frutta con guscio.

Alimenti ricchi di fibre

I cibi che contengono una maggiore quantità di fibre sono sicuramente quelli di origine vegetale, ma esistono diversi alimenti che contribuiscono ad una dieta varia, sana ed equilibrata grazie alla diversificazione delle fonti di fibre, leggi l'articolo di Stradonna per scoprire tutto sui 10 alimenti più ricchi di fibre.

Tra questi, alcuni cibi ne contengono una quantità superiore rispetto ad altri, come il mais, ad esempio, da consumare sotto forma di corn flakes, polenta o gallette. I legumi, perfetti se assunti insieme a cereali e fonti di vitamina C, sono ideali per gustose e nutrienti zuppe. Ortaggi come le carote, meglio ancora se crude, o i carciofi, diuretici e da mangiare senza eccedere con i condimenti sono un'ottima fonte di fibre alimentari. Frutta come i lamponi, senza l'aggiunta di zuccheri, l'avocado, dall'azione antiage e antidepressiva, e la mela cotogna, perfetta anche per il sistema immunitario. Le castagne, da assumere con parsimonia perché ipercaloriche, la frutta secca, ideale anche per ridurre la fame che caratterizza la fase premestruale, e l'avena, da mangiare in fiocchi a colazione oppure in aggiunta a zuppe di legumi ed insalate di cereali.

Distubi gastrointestinali? Acquista subito il Test Intolleranze Alimentari sul nostro sito e verifica il tuo stato di salute.

TAGS:#PRIMAfood #salute #benessere #intestino #fibre #alimentari #intolleranze #vegetali #frutta #legumi #cereali